8 – Come stai rispondendo al cambiamento? 6 consigli +1

Cari amici, il profondo cambiamento del mercato sta modificando le abitudini e i valori del consumatore, riportandoli a una maggiore attenzione verso il “valore” del prodotto o del servizio. Per affrontare i cambiamenti, l’impresa di oggi deve rendere più snella e dinamica la sua struttura, investendo sulle strategie per il futuro. Questo è quanto è emerso dal convegno, organizzato dalla “Banca popolare di Puglia E Basilicata, in collaborazione con: Open source management e Plus X, ad Altamura.  

1. Occupati delle cause interne

Invece di usare i momenti sfavorevoli di mercato come una giustificazione, bisogna occuparsi delle cause interne. Quali sono le aree d’inefficienza della tua azienda?

I cali di fatturato o del giro d’affari avvengono quando congiunture sfavorevoli esterne si incontrano con una scena interna all’azienda, che già da qualche tempo era in difficoltà.

 

2.     Il lavoro duro è cambiato

Imprenditori al comando di aziende vincenti escono dalla propria zona di confort, abbracciando progetti che fanno paura o creano eccitazione .     

Quando rimani nella zona di confort, vivi al centro di numerosi compromessi: tamponi le situazioni e la tua azienda, di conseguenza, non fa passi in avanti.

Quali sono le cose della tua azienda che non stai affrontando?

Quali sono quelle cose che sai che devi fare e che continui a rimandare?

Esci dalla zona di confort. Quando l’hai fatto, in passato, hai sempre ottenuto buoni risultati. 

 

3.     Abbraccia il marketing

Le aziende che crescono, anche in tempi di crisi fanno davvero il Marketing, che non è fatto solo di fiere, brochure e manifesti.

Qual è la vision per la tua impresa?  

Dove sono “i soldi veri” nel tuo settore?

Trattenere i clienti esistenti, costa meno che cercarne altri.

Quali sono le reali necessità della tua clientela e come la tua impresa si sta organizzando per soddisfarle?

Le aziende vincenti fanno ricerca e formazione. Quando smettono di farlo, sono pronte per il fallimento.

 

4.     Metti controllo sugli aspetti finanziari

Le aziende di successo misurano gli utili su base mensile.

Ricordiamoci: non si può ottenere ciò che non si misura.

Lo sai qual è la marginalità del tuo prodotto/servizio?

 

5.     Adotta una politica di gestione delle risorse umane

Gli imprenditori delle aziende che crescono, dedicano buona parte del loro tempo alle attività che faranno una grande differenza per il successo della loro azienda, domani.

Quando prendiamo a lavorare con noi delle persone, devono avere tre qualità:

Capacità relazionale, Competenza tecnica e Motivazione.

 

6.     Studia

Chi guida tali aziende ha ben chiaro che il primo punto, di qualsiasi progetto d’impresa, consiste nell’intraprendere un programma per migliorare se stessi. Per le performance individuali, non è tanto importante quanto bravo già sei. Quello che veramente conta è quanto più aspiri a diventarlo.

 

7.     Alleanze

L’individuo singolo non ha successo, ma si limita a sopravvivere.

Diventa una personalità attraente. Qualcuno di interessante da frequentare e con cui tutti vorrebbero fare affari.

Fa che a chiunque, collaboratore, collega o cliente chessìa, quando abbia a che fare con te, gli rimanga un’esperienza memorabile.

 

 

Giovanni Matera

Per consultare altri miei articoli:

https://www.facebook.com/pg/ricercaeformazionedigiovannimatera/notes/

 

Ispirato da: Open source management e Plus X, ad Altamura. Seminario “Come stai rispondendo al cambiamento ?” Relatore Paolo Ruggeri.